giovedì 25 febbraio 2016

NUVOLE DI MERINGA AL PARMIGIANO CON SALMONE



Spesso quando preparo un dolce mi avanzano degli albumi e credo che questo sia un problema comune a molte persone. Quindi. o si fanno le classiche meringhe che però necessitano di un " asciugatura " molto lunga, o si aggiungono alle uova intere per fare una frittata, oppure come in questo caso, io li ho usati per realizzare delle meringhe salate da servire come antipasto o come aperitivo. La cottura è abbastanza veloce, la consistenza croccante e il sapore leggermente dolciastro ben contrasta con il gusto deciso del salmone affumicato.




INGREDIENTI per 8 meringhette:

3 albumi a temperatura ambiente;

3 cucchiai di parmigiano grattugiato più quello per la finitura;

un cucchiaio di amido di mais;

un cucchiaino di zucchero semolato;

un pizzicho di sale;

q.b. di pepe;

una fetta di salmone affumicato.




PROCEDIMENTO:

Mettete gli albumi in una planetaria, aggiungete il pizzico del sale e montateli a neve fermissima. Mescolate l'amido di mais con lo zucchero e incorporateli un cucchiaino alla volta agli albumi. Una volta incorporato l'amido e lo zucchero, spegnete la planetaria e aggiungete un pò alla volta il parmigiano, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto per evitare di smontare il composto. Insaporite con una manciata di pepe  e volendo aromatizzando con qualche spezia come per esempio la paprika o la curcuma. Prendete una teglia da forno piatta, imburratela e posizionatevi sopra un foglio di carta da forno ( in questo modo la carta non si solleverà ). Con un porzionatore da gelato formate sulla placca dei piccoli mucchietti di meringa ( devono essere di numero pari per poter essere accoppiate ). Spolverizzate con del parmigiano grattugiato e mettete a cuocere in forno ( modalità ventilata ) preriscaldato a 120° per circa 40 minuti o per il tempo necessario a rendere le meringhe croccanti. Lasciatele leggermente raffreddare. Nel frattempo tagliate a strisce la fetta di salmone, ripiegatela leggermente e farcite le meringhette. 
















martedì 23 febbraio 2016

TORTA AL CIOCCOLATO E YOGURT ALLA NOCCIOLA

















Chi mi conosce o mi segue sul Blog sa che io sono anche per le ricette svuota frigo ( o svuota dispensa ). Nelle fredde serate invernali, magari la domenica quando aspetti qualche amica per l'ora del te' , mi piace preparare una  bella torta con quello che ho a disposizione e profumare la casa con l'odore del cioccolato fondente. Qualche volta gli esperimenti riescono bene!



INGREDIENTI:

240 gr di farina per dolci o 00 ( più uncucchiaio per spolverizzare la teglia );

350 gr di cioccolato fondente;

una bustina di lievito per dolci ( 16 gr );

due cucchiai di latte condensato ( in alternativa 100 gr di burro );

la scorza grattugiata di un'arancia non trattata ( io uso sempre la mia polvere di buccia d'arancia );

175 gr di zucchero semolato;

due vasetti di yogurt alla nocciola;

3 uova intere e un tuorlo;

q.b. di zucchero a velo;

q.b. di burro per imburrare la teglia.





PROCEDIMENTO:

Intanto sciogliete il cioccolato o nel forno a microonde ( potenza 750W circa 3 minuti ) oppure a bagnomaria mescolandolo spesso. In una planetaria mettete le uova e il tuorlo con lo zucchero e montate fino ad ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungete la scorza grattugiata dell'arancia e a filo il latte condensato . Aggiungete lo yogurt e continuate a montare. In una ciotola setacciate il lievito e la farina e aggiungeteli un cucchiaio alla volta all'interno del composto montato, diminuendo la velocità della planetaria per evitare che il composto smonti. Per ultimo aggiungete il cioccolato fondente sciolto e amalgamate sempre alla minima velocità. Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera rotondo per torta, distribuite il composto e livellate con un cucchiaio. Infornate a 170°gradi in forno statico preriscaldato e cuocete per circa 40/45 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare e cospargete con zucchero a velo.







lunedì 22 febbraio 2016

IL MIO QUADERNO DI RICETTE...LA SICILIA E LA CITTA'DI AMMAN

SPAGHETTI AL NERO DI SEPPIA CON RAGU' DI TERRA E MARE





INGREDIENTI per 6 persone:

500 gr di spaghetti al nero di seppia;

500 gr di gamberetti;

3 grossi  calamari;

1 Kg di cozze da sgusciare;

una manciata di olive infornate ( fatte da mia mamma);

3 carciofi;

una cipolla fresca;

uno spicchio d'aglio;

un bicchiere di vino bianco ( io ho usato Vermentino );

q.b. di olio extra vergine di oliva;

2 bustine di zafferano;

q.b. di foglioline di menta fresca;

q.b. di sale.





PROCEDIMENTO:

Prima cosa: pulire il pesce e i carciofi. Eliminate la testa e il carapace dai gamberi lasciando solo le code ( lasciatene un paio da parte per la decorazione del piatto). Pulite le cozze raschiandole sotto l'acqua corrente,mettetele in una padella con un pochino d'acqua, copritele con un coperchio e fatele aprire. Sgusciatele lasciandone un paio da parte con la valva.


 Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne, la barba e affettateli finemente e tuffateli in acqua acidulata con il succo di un limone. Sbucciate e affettate sottilmente il cipollotto fresco.
 Pulite il calamaro sotto l'acqua corrente, tagliate a metà quello più grosso in modo da ottenere un cilindro che vi servirà come contenitore e affettate gli altri per ricavare gli anelli. Tagliuzzate invece le parti dei tentacoli.
In una larga padella antiaderente mettete un pò di olio evo e fate rosolare l'aglio e la cipolla.


Aggiungete i carciofi e continuate la rosolatura.


Unite i calamari, fate rosolare, unite il vino bianco e lasciate sfumare.

















Aggiungete le olive, regolate di sale e proseguite la cottura per una decina di minuti.


Intanto che le cozze si sono aperte e leggermente intiepidite, sgusciatele e unitele insieme alle code di gambero ai calamari e ai carciofi.



Fate cuocere giusto due minuti, aggiungete le foglie di menta e spegnete.
Lasciate nella padella un bel pò di liquido che servirà per terminare di cuocere la pasta durante la mantecatura. Portate a bollore dell'acqua in una capace pentola. Appena raggiunge il bollore salatela, e cuocete gli spaghetti lasciandoli indietro di cottura.
Scolateli con un mestolo dentro la padella con il condimento di pesce e terminate la cottura, mescolando spesso. Servite caldo.






sabato 20 febbraio 2016

CROSTONE DI PANE AI 5 CEREALI CON MOUSSE DI RICOTTA, SALMONE E MENTA


Sabato mattina sforniamo  due bellissimi filoni di pane ai 5 cereali e avendo ospiti a pranzo come potrei  privarli di assaporarlo realizzando un bel crostone con ingredienti freschi e profumatissimi come la ricotta, il pomodoro, il salmone affumicato e la menta fresca del mio giardino. Considerando che fuori c'è il sole e si respira già aria di primavera, direi che possiamo partire alla grande stappandoci sopra una bella bottiglia ghiacciata di bollicine!



INGREDIENTI per 6 crostini:

6 crostoni di pane ai 5 cereali;

150 gr di ricotta di pecora freschissima privata del siero;

200 gr di robiola;

un cucchiaio di panna da cucina;

due fette di salmone affumicato;

q.b. di pepe bianco;

q.b. di sale;

q.b. di olio extra vergine di oliva;

due pomodori perini sodi;

qualche foglia di menta fresca.




PROCEDIMENTO:

In una ciotola mescolate la ricotta con la robiola e il cucchiaio di panna. Aggiungete il salmone affumicato tagliuzzato a pezzetti piccoli, una grattugiata di pepe bianco e un pizzico di sale e qualche fogliolina di menta tagliuzzata con le mani . Mescolate bene tutto e tenete da parte. Lavate e tagliate i pomodori a fettine non troppo spesse che dividerete a metà. Adagiate i pomodori su ogni crostone ( se il pane non è caldo come il mio che ho appena sfornato, riscaldatelo ), formate con la mousse di ricotta una quenelle, mettetela sopra, irrorate con un goccino di olio evo e una fogliolina di menta. Servite.



lunedì 15 febbraio 2016

SOFAFOOD


E' un panino svuotato e riempito da mangiare in due, comodamente seduti sul divano. Un'idea originale per servire qualcosa di sfizioso usando come contenitore invece del piatto, un panino.
Bocconcini di pollo panato,broccoli leggermente panati e croccanti, ciliegino e bocconcini di mozzarella filante.





INGREDIENTI per due persone:

un panino grande che possa essere svuotato possibilmente all'olio;

una fetta grande e spessa 1 cm di petto di pollo;

quattro cimette di broccolo;

quanto basta di ciliegine di mozzarella;

q.b. di pomodorino ciliegino;

q.b. di pangrattato;

q.b. di farina;

due uova;

q.b. di olio extra vergine di oliva;

q.b. di sale;

un cucchiaino di maionese a piacere.


PROCEDIMENTO:

Come prima cosa tagliate il panino lasciando integra la calotta e private la base della mollica. Lavate e tagliate in quattro parti i pomodorini e metteteli nel contenitore del pan, salandoli leggermente. Tagliate a metà le mozzarelline e disponetele sui pomodorini. Prendete la fetta di petto di pollo, tagliatela in tante strisce della dimensione di circa un dito. Lavate e preparate le cime di broccolo. Mettete in un piatto la farina, in un altro il pangrattato e in una ciotola larga sbattete le uova. Passate il pollo prima nella farina,poi nell'uovo ed infine nel pane grattugiato. Fate la stessa cosa con i broccoli evitando però di panarli completamente ( a me piace se rimane a vista la parte verde ). Mettete circa 4 /5 cucchiai  di olio evo in una padella antiaderente, fatela scaldare e rosolatevi bene da entrambe le parti broccoli e pollo. Devono formare una bella crosticina dorata e croccante. Adagiateli su un piatto rivestito di carta assorbente e salateli. Nel frattempo portate il forno alla temperatura di 180° gradi. Mettete sul pomodoro e sulla mozzarella qualche bocconcino di pollo e due cimette di broccolo, il resto lo servirete sul piatto ma  a parte con un cucchiaino di maionese vicino. Mettete il panino senza la calotta nel forno fino a quando la mozzarella non si sarà sciolta. Servite ben caldo




sabato 13 febbraio 2016

SPAGHETTI MARE D'INVERNO

Oggi spesa al mercato San Benedetto per farmi venire l'ispirazione! Pesce freschissimo e tanti colori che ogni volta mi conquistano.
 Ho scelto un connubio tra calamaro, carciofi, gamberi, cozze e olive. Idea alternativa...presentarli dentro un contenitore di calamaro. Una vera leccornia e bellissimo da vedere.
































INGREDIENTI per 6 persone:

500 gr di spaghetti;

500 gr di gamberetti;

3 grossi  calamari;

1 Kg di cozze da sgusciare;

una manciata di olive infornate ( fatte da mia mamma);

3 carciofi;

una cipolla fresca;

uno spicchio d'aglio;

un bicchiere di vino bianco ( io ho usato Vermentino );

q.b. di olio extra vergine di oliva;

2 bustine di zafferano;

q.b. di foglioline di menta fresca;

q.b. di sale.










PROCEDIMENTO:

Prima cosa: pulire il pesce e i carciofi. Eliminate la testa e il carapace dai gamberi lasciando solo le code ( lasciatene un paio da parte per la decorazione del piatto). Pulite le cozze raschiandole sotto l'acqua corrente,mettetele in una padella con un pochino d'acqua, copritele con un coperchio e fatele aprire. Sgusciatele lasciandone un paio da parte con la valva.


 Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne, la barba e affettateli finemente e tuffateli in acqua acidulata con il succo di un limone. Sbucciate e affettate sottilmente il cipollotto fresco. Pulite il calamaro sotto l'acqua corrente, tagliate a metà quello più grosso in modo da ottenere un cilindro che vi servirà come contenitore e affettate gli altri per ricavare gli anelli. Tagliuzzate invece le parti dei tentacoli. Prendete un padellino antiaderente, oleatelo, riscaldatelo bene e rosolate su tutti i lati il cilindro di calamaro cercando di tenerlo sempre in forma per evitare che si schiacci.Salatelo e tenetelo da parte in caldo.

 In una larga padella antiaderente mettete un pò di olio evo e fate rosolare l'aglio e la cipolla.

Aggiungete i carciofi e continuate la rosolatura.


Unite i calamari, fate rosolare, unite il vino bianco e lasciate sfumare.

Aggiungete le olive, regolate di sale e proseguite la cottura per una decina di minuti.


Intanto che le cozze si sono aperte e leggermente intiepidite, sgusciatele e unitele insieme alle code di gambero ai calamari e ai carciofi.

Fate cuocere giusto due minuti, aggiungete le foglie di menta e spegnete.

Lasciate nella padella un bel pò di liquido che servirà per terminare di cuocere la pasta durante la mantecatura. Portate a bollore dell'acqua in una capace pentola. Appena raggiunge il bollore salatela,coloratela con le bustine di zafferano e cuocete gli spaghetti lasciandoli indietro di cottura.

Scolateli con un mestolo dentro la padella con il condimento di pesce e terminate la cottura, mescolando spesso.


Servite ben caldo mettendo un pò di spaghetti arrotolati sul forchettone di legno, dentro il cilindro e decorate il piatto a piacere.