sabato 22 luglio 2017

TARTE TATIN SALATA CON POMODORINI E BASILICO








Non avete tempo per preparare e far lievitare l'impasto per la pizza, in frigo avete solo dei pomodorini ciliegino e volete preparare qualcosa di veloce e fresco considerata la stagione? Vi presento oggi sul Blog la Tart tatin salata con pomodorini e basilico. Ho rivisitato la celebre tarte tatin dolce, quella preparata con la frutta fresco ( solitamente mele, pesche o albicocche ) ma in versione salata. La sua particolarità? La base, un sottile disco di pasta brisè e la presenza dello zucchero di canna che ho utilizzato per caramellare i pomodorini. Ricetta veloce, economica e di assicurato successo. Se preferite potete prepararla in anticipo e arricchirla anche con altri ingredienti come per esempio la cipolla rossa di Tropea e del formaggio Feta.




INGREDIENTI per 8 persone in teglia da 26/28 cm di diametro:

Per la pasta brisè:

125 gr di burro;

250 gr di farina 00;

50 gr di acqua frizzante ghiacciata;

10 gr di sale.

Per il condimento:

500 gr di pomodorini ciliegino;

due cucchiai di olio extravergine di oliva;

un cucchiaio di zucchero di canna;

q.b. di sale;

q.b di basilico fresco e a scelta q.b. di origano.



PROCEDIMENTO:

Iniziate a preparare la pasta brisè: in un impastatrice dotata di gancio, mettete il burro tagliato a pezzetti con la farina e il sale. Impastate per circa 30 secondi.Aggiungete l'acqua frizzante fredda e continuate ad impastare per circa 3 minuti. Prelevate l'impasto, mettetelo su una spianatoia spolverizzata di farina e continuate ad impastare velocemente con le mani fino a formare un impasto liscio e omogeneo. Formate una palla, avvolgetela nella carta da forno e mettetela in frigorifero per 30 minuti.

Mentre la pasta riposa occupiamoci del condimento. Lavate , tagliate a metà i pomodorini e privateli dell'acqua di vegetazione e dei semi, svuotandoli con un cucchiaino.
Prendete una teglia e rivestitela con carta da forno bagnata e ben strizzata.
Ungete la carta con l'olio evo e spolverizzate il fondo con lo zucchero di canna e il sale.Adagiatevi sopra a raggiera e con la parte tagliata rivolta verso l'alto, i pomodorini.



Se preferite potete spolverizzarli con dell'origano fresco. Infornate in forno preriscaldato a 200° gradi per circa 20 minuti. Sfornate, abbassate la temperatura del forno a 180° gradi e lasciate intiepidire.


Riprendete la pasta brisè dal frigorifero e adagiandola su un foglio di carta forno, con l'aiuto del mattarello stendetela in una sfoglia sottile un pò più grande della teglia.

Adagiatela sui pomodori freddi e rimboccate bene i bordi. Bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta e infornate a 180° per 30 minuti, fino a quando la superficie si presenta ben dorata.
Sfornate , lasciate intiepidire, e rovesciate la tarte tatin su un piatto da portata eliminando la carta da forno. Servite con qualche fogliolina di basilico fresco.


giovedì 20 luglio 2017

MINESTRA DI PASTA E PATATE



Oggi niente piatti di alta cucina, niente nouvelle cuisine, niente piatti di cucina ricercata ma semplicemente un must della nostra meravigliosa cucina Italiana, la minestra di pasta e patate. Non spaventatevi se in questo caldo periodo dell'anno vi presento una ricetta così perchè  è vero che sarebbe meglio portarla in tavola in autunno, magari quando fuori piove, ma vi assicuro che anche d'estate, assaporata tiepida è strepitosa! Anche perchè sprigiona tutti i colori, sapori e profumi mediterranei. Io l'ho preparata con il Bimby perchè spesso quando devo cucinare solo per me la sera quando rientro a casa dopo una lunga giornata di lavoro , mi avvalgo del suo prezioso aiuto, ma se avete tempo potete prepararla con metodo tradizionale, il risultato sarà lo stesso. Quindi cari amici, cucchiaio alla mano e buon appetito!


INGREDIENTI per 4 persone:

230 gr di pasta tipo ditalini;

2 carote;

un piccolo cuore di sedano;

una cipolla bionda;

25 gr di olio extravergine di oliva;

400 gr di patate a pasta gialla;

1 lt di brodo vegetale;

un rametto di rosmarino fresco;

q.b. di sale.

PROCEDIMENTO:

Mettete nel boccale le due carote, lavate e grattate, il cuore del sedano lavato, la cipolla sbucciata e tagliata in quarti e tritate tutto per 5 sec. Vel 7.




Versate i 25 gr di olio evo e soffriggete 3 min. a 100° Vel. 1.

Unite 400 gr di patate sbucciate, lavate e tagliate a piccoli dadini e fatele insaporire per 5 min. a 100° Antiorario Ve. 1.



Versate il lt di brodo e cuocete per 10 min. a 100° Antiorario Vel. 1.


Aggiungete il rametto di rosmarino, la pasta e cuocete per 6 minuti a 100° gradi Antiorario Vel. Soft.



Lasciate la pasta molto al dente perchè se la dovete lasciar intiepidire in questo modo non rischierà di scuocersi.

Servite a piacere con una spolverizzata di parmigiano grattugiato.






lunedì 17 luglio 2017

TRECCIONE SALATO ALLE VERDURE



Quanta soddisfazione mi danno i lievitati non lo potete capire. La pasticceria è  arte , precisione e quando mi ci cimento do sfogo a tutta la mia creatività, la cucina è una grande passione e una  continua sperimentazione . Ma lavorare gli impasti , sentirli morbidi al tatto,vederli crescere e prendere forma come se fossero vivi, trasformarsi e sprigionare in cottura nel forno il delizioso profumo che  riempe tutta la casa è pura magia.
La treccia farcita alle verdure che vi presento oggi è morbida e gustosa, soffice e fragrante, ideale se volete anche per un buffet da presentare intera così che ogni invitato possa tagliarsene una fetta. Ma ideale anche come piatto unico accompagnato da un buon bicchiere di vino anche bianco ghiacciato, in queste calde serate estive, seduti in giardino a chiaccherare con gli amici. Io per la farcia ho usato l' insalata belga ma voi, se non amate il suo sapore un pò amarognolo, potete scegliere le o la verdura che desiderate. La cosa importante è che la verdura o le verdure utilizzate vengano completamente private dell'acqua di vegetazione.


 INGREDIENTI per 8 persone:

375 gr di farina Manitoba;

125 gr di farina 00;

25 gr di lievito di birra fresco;

200 gr di latte intero fresco;

10 gr di sale;

7 gr di miele;

10 gr di zucchero;

100 gr di burro morbido;

un uovo intero fresco;

per spennellare la superficie un pò di latte e un tuorlo.

Per il ripieno;

700 gr di insalata belga pulita e lavata;

100 gr di olive ( meglio se di Gaeta ) nere denocciolate;

uno spicchio di aglio;

q.b. di olio extravergine di oliva;

q.b. di sale e di pepe.


PROCEDIMENTO:

La prima cosa che dovete fare è preparare la verdura.

In una padella antiaderente , mettete qualche cucchiaio di olio evo, aggiungete l'aglio sbucciato, tagliato a metà e privato dell'anima e fate insaporire leggermente. Togliete l'aglio e aggiungete la belga lavata, pulita, strizzata e tagliata a pezzi. Fate cuocere finchè non si riduce di volume, salatela solo a fine cottura e spegnete il fuoco lasciandola da parte a raffreddare.
All'interno dell'impastatrice con il gancio montato, versate le due farine e mescolate. Aggiungete il latte in cui avrete sciolto il lievito di birra, l'uovo intero, lo zucchero e il miele. Impastate con il gancio per circa 5 minuti. Aggiungete il sale eil burro morbido tagliato a pezzetti, un pezzetto alla volta ( fate assorbire il primo pezzetto, prima di inserire il successivo ) Continuate ad impastare per altri 5 minuti e spegnete la planetaria.
Trasferite l'impasto ottenuto su un piano da lavoro ben infarinato e lavoratelo con le mani fino ad ottenere un impasto liscio, elastico e omogeneo. Formate una palla e trasferitela all'interno di una ciotola infarinata. Coprite con la pellicola per alimenti e lasciate lievitare per circa 30 minuti.
Trascorso questo tempo , riprendete l'impasto e stendetelo con un mattarello su un piano da lavoro infarinato, formando una sfoglia rettangolare di 30x40cm. Tagliate 3 strisce della stessa lunghezza.
Distribuite al centro di ogni striscia e per tutta la lunghezza la verdura cotta. Fate attenzione: dovete lasciare tutti i bordi liberi! Sigillate i lembi delle strisce in modo da chiuderle, esercitando una leggera pressione con le dita.
Dovrete ottenere 3 salami. Avvicinateli tra loro, unite le due estremità superiori e cominciate a intrecciarli senza allungare l'impasto. Mettete la treccia così realizzata su una teglia da forno rivestita con carta da forno, spennellatela con il tuorlo, sbattuto con un goccino di latte e infornate in forno preriscaldato a 180° gradi per circa 40 minuti. Sfornate e buon appetito.










sabato 15 luglio 2017

MISSISIPI MUD PIE



Ed eccone un'altra per la serie gli Internazionali! Non meno famosa della sorella Cheescake, se amate il gusto intenso del cioccolato anche d'estate, dovete assolutamente provarla. Lauren ,collega Food blogger dal suo Blog un'Americana in cucina, ci presenta la sua ricetta originale. La base è sempre formata dai frollini ma si presenta più come un contenitore e non solo come fondo, mentre la consistenza della torta ricorda quella di un budino. Servitela fredda con un bel ciuffone di panna montata non zuccherata e il successo è assicurato.

INGREDIENTI:

Per la base:

400 gr di frollini al cacao;

2 cucchiai di zucchero semolato;

150 gr di burro;

un pizzico di sale.

Per la crema al cioccolato:

120 gr di zucchero;

40 gr di amido di mais;

30 gr di cacao;

4 tuorli freschissimi;

un pizzico di sale;

700 ml di latte intero;

170 gr di cioccolato fondente al 70% fuso;

30 gr di burro a temperatura ambiente.

Per finire; panna freschissima montata e scaglie di cioccolato fondente.




PROCEDIMENTO:

Imburrate uno stampo a cerniera di circa 26 cm di diametro, rivestite il fondo con  carta da forno e accendete il forno a 180° gradi.
In un mixer frullate i frollini con lo zucchero e il pizzico di sale, fino a ridurre tutto in polvere. Sciogliete a fiamma bassa o nel forno a microonde il burro, aggiungetelo alla polvere dei frollini e mettete il composto dentro la teglia. Aiutandovi con un cucchiaio portate il composto anche sui bordi della tortiera così da formare un contenitore.
Mettete la tortiera in freezer per 10 minuti e poi infornate a 180° per 10 minuti. Sfornate e lasciando nella teglia, lasciate raffreddare completamente.
 Nel frattempo preparate la farcia; In un tegame versate lo zucchero, l'amido di mais, il cacao, i tuorli e mescolate bene con una frusta a mano.
Versate il latte a filo, continuando a mescolare con la frusta per evitare il formarsi di grumi.
Ponete sul fuoco e continuando a mescolare ,sempre con la frusta e  portate ad ebollizione. Lasciate sobbollire abbassando la fiamma al minimo per circa un minuto mescolando sempre, finchè la crema non si addenserà ( la consistenza da raggiungere è quella di un budino ).
Togliete la crema dal fuoco e aggiungete il burro tagliato a pezzetti. Trasferite la crema  in una teglia e coprite con la pellicola da cucina, ponendola a contatto con la superficie. Ponete la crema in frigo a raffreddare per 2 ore. Trascorso questo tempo, eliminate delicatamente il contenitore di frollini dallo stampo a cerniera e versatevi dentro la crema al cioccolato livellando la superficie con il dorso di un cucchiaio. Mettete la torta in frigo a raffreddare per almeno 5 ore. Prima di servirla, montate la panna e aggiungetela a cucchiaiate al centro della torta. Decorate con scaglie di cioccolato fondente e lasciatevi trasportare dai sensi.







giovedì 13 luglio 2017

LEMON BARS



Amici del Web oggi facciamo un salto in Inghilterra e prepariamo un dolcetto molto fresco ed estivo, le Lemon Bars o come le chiama la mia cara amica Betty, le barrette al limone. Del resto una pasticcera che si rispetti non può esimersi dal presentare anche dolci internazionali. Profumo di limone intensissimo, una base di frolla friabilissima e molto leggera rendono queste barrette un fine pasto ideale in queste giornate caldissime. Veloci da preparate , potete servirle nelle forme che più preferite, rettangolari o a quadrotti, il gusto rimarrà intatto e il successo assicurato.

INGREDIENTI per uno stampo rettangolare da 25 cm x 17.5 cm

Per la frolla:

350 gr di farina 00;

100 gr di zucchero semolato;

un uovo freschissimo.

Per la crema tipo Lemon curd;

4 limoni freschi non trattati ( 120 gr di succo );

6 uova medie freschissime;

300 gr di zucchero semolato;

200 gr di burro a temperatura ambiente;

20 gr di amido di mais;

zucchero a velo per finire...


PROCEDIMENTO:

Iniziate con il preparare la frolla: potete aiutarvi anche con un mixer da cucina. Al suo interno mettete il burro ammorbidito con lo zucchero e lavorate con la velocità al minimo il tanto da realizzare una consistenza sabbiosa. Aggiungete la farina e aumentate la velocità, inserite l'uovo e impastate velocemente per 30 sec. Versate l'impasto ottenuto su un piano e lavoratelo velocemente fino a renderlo liscio e compatto. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola da cucina e mettetela 30 min in frigorifero.


Nel frattempo preparate la crema: in un tegame sciogliete il burro a fuoco bassissimo e lasciatelo intiepidire.

Lavate e private i limoni della buccia cercando di non asportare la parte bianca che renderebbe la crema amara. Mettete le bucce in un mixer e frullate senza ridurla in polvere. Io lascio dei piccolissimi pezzetti che si possano sentire quando si assapora il dolce, così facendo si toglie alla crema quel sapore di uovo che solitamente ha.


 Spremete il succo dei limoni, filtratela e lasciatela da parte.


In una ciotola rompete le uova e aggiungete lo zucchero.



Aiutandovi con una frusta a mano, lavorate bene tutto e aggiungete il burro fuso intiepidito. Aggiungete la scorza grattugiata dei limoni e i 120 gr di succo.



 Continuate a lavorare bene il composto e versatelo nello stesso tegame dove avete fatto sciogliere il burro, fatelo cuocere sempre mescolando con un cucchiaio di legno, a fuoco basso. Cercate di non far sobbollire la crema mantenendo sempre la fiamma bassa e cuocetela finchè non inizierà ad addensarsi ; a questo punto aggiungete l'amido di mais e mescolate con una frusta a mano per evitare grumi. Continuate a cuocere la crema a fuoco basso finchè non raggiungerà la giusta densità ( occorreranno circa 10 min. ).


Spegnete il fuoco e versate la crema dentro una teglia che possa contenerla, coprite con la pellicola a contatto, fate intiepidire e mettete in frigo almeno 2 ore a raffreddare.


 Riprendete la pasta frolla dal frigorifero, posizionatela su un foglio di carta da forno e stendetela con un mattarello in una sfoglia dallo spessore di circa 0.5 cm.
Prendete uno stampo rettangolare dimensione 25 x 17.5 cm e pressatelo sopra la sfoglia di frolla. Praticate su tutta la superficie dei fori con una forchetta  Eliminate la frolla in eccesso, posizionate il rettangolo ottenuto su una teglia da forno piatta lasciando la carta da forno e infornate a 170° gradi per 20 minuti.


Trascorso questo tempo, sfornate e non spegnete il forno. Lasciate intiepidire senza eliminare lo stampo. Una volta intiepidita la base di frolla, versatevi sopra la crema fredda e livellate bene la superficie con il dorso di un cucchiaio. Rimettete in forno a 175 ° gradi per 30 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di mettere il dolce in frigo per almeno 3 ore. Una volta trascorso il tempo di raffreddamento, eliminate lo stampo e tagliate il dolce in tanti piccoli rettangoli o quadrati. Spolverizzate con un pò di zucchero a velo e servite con qualche fettina di limone e fogliolinadi menta fresca.




domenica 2 luglio 2017

PORCHETTONE CON CREMA DI SCORZONE ( TARTUFO NERO ESTIVO )



                                                     




2 Luglio 2017 noi Food blogger de #Litalianelpiatto questo mese ci siamo cimentate in un'impresa veramente complicata. Il tema del mese infatti è : ESTATE CON SAGRE, FIERE E MERCATI. Io in rappresentanza della Sardegna mi sono documentata ( devo dire anche divertita ) e tra le tantissime sagre organizzate su tutto il territorio isolano, voglio presentarvi una sagra molto particolare che parla di un nobilissimo ingrediente molto particolare ossia il Tartufo. 




Ebbene si anche in Sardegna possiamo trovarlo e anche in Sardegna possiamo gustarlo. Nel suggestivo centro storico di Laconi,famoso paese del Sarcidano, in provincia di Oristano, che ha dato i natali a Sant'Ignazio il 18 Giugno si è tenuta la IX edizione della Sagra del Tartufo organizzata dalla Pro Loco di Laconi.

Il tartufo è un alimento molto pregiato e ricercato. Il suo profumo penetrante e persistente si sviluppa solo quando il fungo arriva a maturazione. Questo nobilissimo ingrediente è stato da poco scoperto in Sardegna,infatti è stato introdotto da esperti toscani solo negli ultimi anni. Oggi se ne possono identificare tre qualità; lo Scorzone ( il tartufo nero estivo ) che è quello che vi presento io nella ricetta, il Bianchetto e il più raro tartufo invernale.
Proprio perchè scoperto in Sardegna da pochi anni, non ci sono ricette tipiche della tradizione isolana e quella che vi presento io è uno dei piatti che è stato proposto per il pranzo della sagra. Da otto anni la Pro loco di Laconi organizza questa sagra. 



Un appuntamento che permette di degustare alcune delle ricette tipiche della tradizione sarda, impreziosite dall'inconfondibile profumo di questo meraviglioso fungo ipogeo: dai malloreddus al tartufo, al porchettone al tartufo fino ad arrivare al formaggio al tartufo, il burro al tartufo e altre specialità locali. Non tutti sanno che la zona dell'altopiano del Sarcidano è il regno del tartufo sardo, dal momento che tra Laconi, Nurallao e Villanovatolu si concentra la produzione sarda di questo pregiato alimento, noto come " l'oro nero del Sarcidano ". La sagra si svolge in una location veramente spettacolare, il meraviglioso e rigoglioso parco Aymeric. Permettetemi di ringraziare gli abitanti di questo suggestivo paesino per avermi omaggiata di questo preziosissimo alimento con cui ho realizzato la ricetta che dedico interamente a loro e alla mia dolcissima amica Ilaria. E un ringraziamento speciale a Ignazio Fulghesu per le suo foto della sagra. La Sardegna non smetterà mai di stupirmi!!



INGREDIENTI per 8 persone;

due cosce di porchettone disossate e aperte a libro;

un bicchiere di vino bianco secco;

2 grossi scalogni;

q.b. di olio extravergine di oliva;

due rami di rosmarino fresco;

q.b. di sale;

spago da cucina.

Per la crema al tartufo;

un tartufo nero Scorzone di circa 50 gr che non userete tutto;

200 gr di pecorino fresco in scaglie;

un cucchiaio di mascarpone;

100 ml di latte fresco;

q.b. di sale.



PROCEDIMENTO:

Dal vostro macellaio di fiducia fatevi dare due cosce di porchettone o di maialetto ( basta che sia di grossa pezzatura ) già disossate e aperte a libro. 

Al centro posizionatevi il ramo di rosmarino e uno dei due scalogni  tritato finemente e diviso tra le due cosce.

Arrotolate ognuna delle cosce e legatele con lo spago da cucina.
Mettete in una teglia da forno circa 4 cucchiai di olio, aggiungete l'altro scalogno tritato finemente e posizionatevi sopra le cosce di porchettone con la parte della cotenna rivolta verso il basso. Mettete in forno preriscaldato a 250° gradi e fate rosolare. 


Dopo 5 minuti, eliminate lo scalogno per evitare che bruci e lasciatelo da parte.

 Fate ancora rosolare per 15 minuti e poi girate le cosce con la parte della cotenna verso l'alto ( questo perchè deve diventare bella croccante ). Fate cuocere per un'ora e mezza, sfumando con il vino bianco mezz'ora prima di terminare la cottura. Quando versate il vino fate attenzione a non bagnare la cotenna, ma mettetelo solo dentro la teglia. Cinque minuti prima di spegnere il forno, aggiungete lo scalogno lasciato da parte e salate bene le cosce da entrambe i lati.

Mettete le cosce su un tagliere e lasciate intiepidire.
Nel frattempo preparate la crema di tartufo: in un pentolino mettete, il pecorino grattugiato in scaglie, aggiungete a piacere un pò di tartufo grattugiato, il cucchiaio di mascarpone, il latte e fate fondere bene i formaggi mescolando in continuazione. Aggiustate di sale, spegnete e lasciate in caldo.






Una volta che la carne si è intiepidita, eliminate lo spago e tagliatela a fette ( usciranno delle rondelle ). Servite con la crema di Scorzone calda e una grattugiata di tartufo sopra.


Ho accompagnato il piatto con degli spicchioni di patate arrosto preparate così:
in una larga teglia mettete un pò di olio e aggiungete le patate sbucciate, lavate e tagliate a spicchi nel senso della lunghezza.


 Mettete in forno insieme al porchettone e fate cuocere circa 45 minuti. 15 minuti prima di terminare la cottura, aggiungete un pò di rosmarino fresco e uno scalogno tritato finemente.

 Aggiustate di sale,rigiratele evitando di rompere gli spicchi e rinfornate. Servite caldo.









Amici del Web ecco i miei meravigliosi colleghi rappresentanti delle altre Regioni Italiane:


Piemonte:
Liguria: le turle e la festa delle erbe nella valle Arroscia http://arbanelladibasilico.blogspot.com/...
Lombardia: La Sagra dei Chisciöi in Valtellina http://www.kucinadikiara.it/2017/07...
Veneto: La sagra del pesce di Chioggia - 80a edizione http://www.ilfiordicappero.com/2017...
Friuli-Venezia Giulia: Festa del Prosciutto di Sauris http://ilpiccoloartusi.weebly.com/g...
Emilia Romagna: Le crescentine di Pavullo http://zibaldoneculinario.blogspot.com/...
Toscana: I brigidini di Lamporecchio http://acquacottaf.blogspot.com/201...
Marche: Titolo Link
Umbria: Crostini al tartufo scorzone http://www.dueamicheincucina.ifood.it/...
Lazio: La panzanella
Abruzzo: ha Sagra del Pesce Fritto http://ilmondodibetty.it/la-sagra-d...
Campania: Confettura di melanzane al peperoncino per "la Sagra della Melanzana a Santa Maria la Carità" 2017 http://fusillialtegamino.blogspot.com/...
Puglia: Il pasticciotto salentino http://breakfastdadonaflor.blogspot.com/...
Calabria: Sagra della nduja di Spilinga http://ilmondodirina.blogspot.com/2...
Sicilia: Insalata di Tombarello e Patate
Sardegna: PORCHETTONE CON CREMA DI SCORZONE ( TARTUFO NERO ESTIVO ) http://dolcitentazionidautore.blogspot.com/...