FOCACCIA DI TEULADA

















#Italianelpiatto 2 Settembre 2020 eccoci tornate dopo la pausa estiva con una ricetta tutta in rosso e con un ingrediente principe di questa stagione : SUA MAESTA' IL POMODORO. In rappresentanza della Sardegna presento una ricetta della tradizione tipica di una zona meravigliosa: LA FOCACCIA DI TEULADA, dove un fragrante e friabile scrigno di pasta , racchiude un delizioso e saporito ripieno di pomodori freschi succosi. Si tratta di una " pagnotta " di semola di grano sardo macinato a pietra e lievito madre di grano duro farcita appunto con succosi pomodori.



Chi la mangia per la prima volta vi assicuro che non se la dimentica più! Chiamata anche " gillantiri ", un tempo si preparava utilizzando gli avanzi dell'impasto del pane Civraxiu che venivano poi farciti con verdure di stagione: in primis pomodori. Una ricetta semplicissima a cui il paese di Teulada dedica da qualche anno una sagra nel mese di agosto in cui le focacce vengono cotte al momento nei forni a legna  e servite ancora calde e fragranti.



INGREDIENTI:

per il lievitino... 200 gr di farina di grano duro, q,b, di acqua tiepida e un pezzetto di lievito madre.

300 gr di farina di grano duro;

500 grammi di rimacinato;

un bicchiere di acqua fredda;

un bicchiere di olio extra vergine di oliva;

20 gr di sale fino;

6 pomodori a grappolo non troppo maturi;

qualche foglia di basilico fresco;

q.b. di origano;

uno spicchio di aglio ;

q.b. di sale;

q.b. di olio extra vergine di oliva.


PROCEDIMENTO:

La sera prima preparate il lievitino impastando la farina con l'acqua tiepida e u pezzo di lievito madre. Coprite con un panno da cucina e lasciate lievitare lontano da correnti d'aria per tutta la notte.


Il giorno dopo, impastate il lievitino con la farina di grano duro, il rimacinato. Aggiungete il bicchiere di  olio evo, il bicchiere di acqua un pò per volta per dare il tempo alla farina di assorbirla, e il sale.
Dovrete ottenere un impasto liscio ed elastico.




Formate una palla e mettetela a riposare ancora per due ore , fino al raddoppio del volume, all'interno di  una ciotola infarinata.
Nel frattempo lavate e tagliate a tocchetti i pomodori. Metteteli in una ciotola e conditeli con un goccio di olio evo, il sale, l'aglio tagliato a spicchi, l'origano e le foglie di basilico.




Trascorso il tempo di lievitazione,




riprendete l'impasto, dividetelo in due e da ogni pezzo ricavate due dischi di sfoglia tirate con il mattarello.



Adagiate la prima su una teglia rivestita di carta forno e oleata . Scolate i pomodori senza buttare il loro succo di macerazione. Aggiungete i pomodori sulla prima sfoglia ,


spolverizzate ancora  con un pochino di origano e un goccio di olio evo. Ricoprite con la seconda sfoglia e sigillate bene i lembi della focaccia.




Riprendete il succo di macerazione dei pomodori, aggiungete un goccino di olio evo e realizzate un emulsione che spennellerete sopra la superficie della focaccia.


Infornate in forno preriscaldato a 200° gradi fino a completa doratura della focaccia.  Servitela calda, ma vi assicuro che è buonissima anche fredda.











Vi presento le meravigliose rappresentanti delle altre Regioni italiane:

Piemonte: Bagnèt Ross: Salsa al Pomodoro per il Bollito - L'Italia nel Piatto https://www.lacascatadeisapori.it/bagnet-ross-salsa-al-pomodoro-per-il-bollito-litalia-nel-piatto/
Friuli Venezia Giulia: Uova in funghetto
https://www.blogthatsamore.it/2020/09/uova-in-funghetto.html

Commenti

  1. davvero moooolto invitante!!! un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Una focaccia davvero invitante, con il suo colorato e delizioso ripieno!

    RispondiElimina
  3. Quante sagre interessanti in giro per l'Italia! Buonissima questa focaccia!

    RispondiElimina
  4. Che buona e particolare questa focaccia, con questo ripieno di pomodori freschi.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari