SCIUSCEDDU MESSINESE







Sono sempre alla ricerca dei piatti della tradizione italiana, soprattutto ricette  sarde e siciliane.considerate le mie origini.  Qualche mese fa, guardando una serie televisiva, una delle protagoniste siciliane, ha nominato lo SCIUSCEDDU e subito sono andata a documentarmi per capire di cosa si trattava. Ed eccolo qua, lo SCIUSCEDDU MESSINESE, piatto tipico della tradizione messinese che solitamente viene preparato nel periodo pasquale.
L'origine del nome si pensa sia da accreditare a due teorie; secondo alcuni studiosi la parola " Sciusceddu " deriva dal termine latino " juscellum "il cui significato è " zuppa ".
Secondo l'altra teoria formulata dagli stessi studiosi, il termine " sciusceddu " deriva dal verbo siciliano " sciusciare ", il cui significato è " soffiare ". Infatti considerato che "u Sciusceddu " va servito caldissimo, il verbo sciusciare significa soffiare e quindi, soffiare su ogni boccone per evitare di ustionarsi la bocca.
Alcuni studiosi pensano invece che il termine sciusceddu derivi dal verbo francese " souffler " soffiare. Altri ancora pensano che derivi  dalla parola souffle' perche' in alcune versioni della ricetta, alla ricotta si aggiungono gli albumi montati a neve ben ferma al fine di ottenere, a cottura ultimata una copertura gonfia  e soffice.
Della ricetta esistono due varianti; la prima quella come questa che ho preparato io che vede la cottura ultimata in forno, la seconda versione invece terminala cottura in un tegame posto a cuocere sul fornello.


INGREDIENTI per 4 persone:
per le polpettine:

300 gr di polpa di manzo macinata;

6 gr di parmigiano grattugiato;

due uova;

una manciata di prezzemolo fresco tritato;

1 lt di brodo di manzo sgrassato;

mezzo bicchiere di brodo di manzo;

80 gr circa di pangrattato;

q.b. di sale e pepe;

per la copertura di crema di ricotta ;

300 gr di ricotta fresca di pecora;

3 uova;

80 gr di parmigiano grattugiato;

una manciata di prezzemolo tritato;

q.b. di sale e pepe.


PROCEDIMENTO:

Iniziamo a preparare le polpettine: in una capiente ciotola mettete tutti gli ingredienti e impastate con le mani. Prelevate un po' di composto alla volta e formate tante piccole polpettine della dimensione di un oliva grossa.




Portate ad ebollizione il brodo e fatevi cuocere le polpette per 3 minuti. Scolatele dentro una teglia da forno e ricopritele leggermente con il brodo.




Prepariamo ora la crema di ricotta: in una ciotola mettere tutti gli ingredienti e con l'auto di uno sbattitore elettrico munito di fruste, sbattete bene il composto.




Versare la crema di ricotta sulle polpette fino a ricoprirle completamente, spolverizzate con del parmigiano grattugiato



e infornate in forno preriscaldato statico a 200 gr fino a quando si crea una crosticina dorata sulla superficie. Servite caldissimo, anche se devo dirvi che noi l'abbiamo mangiato anche freddo considerata la temperatura ed è ottimo.

















Commenti

Post più popolari