giovedì 13 luglio 2017

LEMON BARS



Amici del Web oggi facciamo un salto in Inghilterra e prepariamo un dolcetto molto fresco ed estivo, le Lemon Bars o come le chiama la mia cara amica Betty, le barrette al limone. Del resto una pasticcera che si rispetti non può esimersi dal presentare anche dolci internazionali. Profumo di limone intensissimo, una base di frolla friabilissima e molto leggera rendono queste barrette un fine pasto ideale in queste giornate caldissime. Veloci da preparate , potete servirle nelle forme che più preferite, rettangolari o a quadrotti, il gusto rimarrà intatto e il successo assicurato.

INGREDIENTI per uno stampo rettangolare da 25 cm x 17.5 cm

Per la frolla:

350 gr di farina 00;

100 gr di zucchero semolato;

un uovo freschissimo.

Per la crema tipo Lemon curd;

4 limoni freschi non trattati ( 120 gr di succo );

6 uova medie freschissime;

300 gr di zucchero semolato;

200 gr di burro a temperatura ambiente;

20 gr di amido di mais;

zucchero a velo per finire...


PROCEDIMENTO:

Iniziate con il preparare la frolla: potete aiutarvi anche con un mixer da cucina. Al suo interno mettete il burro ammorbidito con lo zucchero e lavorate con la velocità al minimo il tanto da realizzare una consistenza sabbiosa. Aggiungete la farina e aumentate la velocità, inserite l'uovo e impastate velocemente per 30 sec. Versate l'impasto ottenuto su un piano e lavoratelo velocemente fino a renderlo liscio e compatto. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola da cucina e mettetela 30 min in frigorifero.


Nel frattempo preparate la crema: in un tegame sciogliete il burro a fuoco bassissimo e lasciatelo intiepidire.

Lavate e private i limoni della buccia cercando di non asportare la parte bianca che renderebbe la crema amara. Mettete le bucce in un mixer e frullate senza ridurla in polvere. Io lascio dei piccolissimi pezzetti che si possano sentire quando si assapora il dolce, così facendo si toglie alla crema quel sapore di uovo che solitamente ha.


 Spremete il succo dei limoni, filtratela e lasciatela da parte.


In una ciotola rompete le uova e aggiungete lo zucchero.



Aiutandovi con una frusta a mano, lavorate bene tutto e aggiungete il burro fuso intiepidito. Aggiungete la scorza grattugiata dei limoni e i 120 gr di succo.



 Continuate a lavorare bene il composto e versatelo nello stesso tegame dove avete fatto sciogliere il burro, fatelo cuocere sempre mescolando con un cucchiaio di legno, a fuoco basso. Cercate di non far sobbollire la crema mantenendo sempre la fiamma bassa e cuocetela finchè non inizierà ad addensarsi ; a questo punto aggiungete l'amido di mais e mescolate con una frusta a mano per evitare grumi. Continuate a cuocere la crema a fuoco basso finchè non raggiungerà la giusta densità ( occorreranno circa 10 min. ).


Spegnete il fuoco e versate la crema dentro una teglia che possa contenerla, coprite con la pellicola a contatto, fate intiepidire e mettete in frigo almeno 2 ore a raffreddare.


 Riprendete la pasta frolla dal frigorifero, posizionatela su un foglio di carta da forno e stendetela con un mattarello in una sfoglia dallo spessore di circa 0.5 cm.
Prendete uno stampo rettangolare dimensione 25 x 17.5 cm e pressatelo sopra la sfoglia di frolla. Praticate su tutta la superficie dei fori con una forchetta  Eliminate la frolla in eccesso, posizionate il rettangolo ottenuto su una teglia da forno piatta lasciando la carta da forno e infornate a 170° gradi per 20 minuti.


Trascorso questo tempo, sfornate e non spegnete il forno. Lasciate intiepidire senza eliminare lo stampo. Una volta intiepidita la base di frolla, versatevi sopra la crema fredda e livellate bene la superficie con il dorso di un cucchiaio. Rimettete in forno a 175 ° gradi per 30 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di mettere il dolce in frigo per almeno 3 ore. Una volta trascorso il tempo di raffreddamento, eliminate lo stampo e tagliate il dolce in tanti piccoli rettangoli o quadrati. Spolverizzate con un pò di zucchero a velo e servite con qualche fettina di limone e fogliolinadi menta fresca.




Nessun commento:

Posta un commento