mercoledì 28 giugno 2017

CALAMARI RIPIENI SU CREMA DI PEPERONE BICOLORE



Per la realizzazione di questo meraviglioso secondo di mare mi sono ispirata alla ricetta di un famoso Chef, Alessio Algherini. Lui non me ne vorrà se mi sono permessa di modificarla un pò per adattarla al pranzo per cui l'ho preparata. Un ripieno leggerissimo ideale per queste giornate caldissime e un piatto coloratissimo e molto rinfrescante. Una ricetta semplice ma sorprendente con un tocco davvero spettacolare. Parola d'ordine: materie prime freschissime e di ottima qualità!

INGREDIENTI per 8 persone:

8 calamari freschissimi medi puliti;

2 mele verdi ;

un limone non trattato;

q.b. della mia  polvere di scorza di limone ;

150 gr di pane casereccio;

due cipollotti freschi;

3  pomodori secchi sott'olio;

2 filetti di acciughe sott'olio;

15 gr di capperi sotto sale ben sciacquati;

q.b. di origano fresco;

100 gr di pistacchi pestati grossolanamente;

q.b. di olio extravergine di oliva;

q.b. di sale e pepe.:


INGREDIENTI per le creme di peperone:

2 peperoni rossi e 2 peperoni gialli;

15 gr di zenzero fresco;

4 piccole patate;

un limone;

uno scalogno;

q.b. di olioextravergine di oliva;

q.b. di sale.


 PROCEDIMENTO:

Pulite e lavate sotto l'acqua corrente i calamari, svuotandoli e lasciando da parte i tentacoli che taglierete a piccoli pezzetti e lascerete da parte.
In una padella antiaderente mettete un filo di olio evo e fatevi sciogliere i filetti di acciuga, aggiungete i cipollotti lavati e affettati finemente, i capperi ben sciacquati e tritati e i pomodori secchi tritati al coltello. Fate insaporire per bene e aggiungete i pezzetti di tentacoli e fate rosolare per 3 minuti.
Salate, pepate a piacere e trasferite tutto in una capiente ciotola.
In una padellina antiaderente tostate leggermente i pistacchi.
Tagliate il pane in piccoli cubetti e fatelo rosolare nella stessa padella dove avete cotto gli altri ingredienti, aggiungendo un paio di cucchiai di olio evo. Fatelo tostare per bene e aggiungetelo agli altri ingredienti nella ciotola. Lavate le mele, eliminate il torsolo e senza sbucciarle tagliatele a piccoli dadini. Conditela con un filo di olio evo, il succo di mezzo limone, un pò di polvere di scorza di limone o in alternativa la scorza del limone grattugiata e fatela rosolare nella stessa padella utilizzata per il pane per circa 3 minuti. Aggiungete anche la mela agli altri ingredienti e unite i pistacchi. Mescolate per bene, regolate di sale e di pepe e iniziate a riempire i calamari chiudendo le estremità con uno stuzzicadenti.
Arrostite i calamari su una padella antiaderente rovente, da entrambi i lati e trasferiteli su una teglia da forno rivestita con carta da forno . Condite con un giro di olio evo e un pizzico di sale, infornate in forno preriscaldato a 180° gradi per 5 minuti.
Nel frattempo preparate le creme di peperone.
La sera prima ho arrostito i peperoni, lavati, asciugati e li ho messi ancora caldi in un sacchetto per il pane a farli raffreddare. Questo trucchetto vi permetterà di spellarli con facilità.
Fate bollire le patate lavate e sbucciate.
Una volta spellati i peperoni prendete i rossi, tagliateli a pezzi e fateli rosolare in padella con un filo di olio ev e lo scalogno sbucciato e tritato. Aggiustate di sale e mettetelo ancora caldo in un mixer insieme a due patate bollite. Frullate e lasciate in caldo la crema ottenuta.
Prendete i peperoni gialli e frullateli nel mixer con lo zenzero grattugiato, il succo di mezzo limone, le due patate bollite e un pizzico di sale. Lasciate anche questa crema da parte in caldo.
Sfornate i calamari, privateli dello stuzzicadenti e preparate il piatto per il servizio. Sul fondo del piatto mettete un cucchiaio di crema rossa e di crema gialla, adagiatevi sopra il calamaro tagliato a metà, irrorate con un filo di olio evo e servite caldo.
Io ho accompagnato il piatto con una julienne di peperoni rossi e gialli saltati in padella con due scalogni, un filo di olio evo, una manciata di olive nere, meglio se greche e un pizzico di sale.



Nessun commento:

Posta un commento