sabato 18 febbraio 2017

IO, MAMMA E I NOSTRI FATTI FRITTI



Cosa fai quando ti viene voglia di FATTI FRITTI? Metti le mani in pasta e li prepari! Dolci, soffici,caldi e profumati, una vero peccato di gola che vale la pena affrontare e...si torna a sorridere. La loro particolarità? La striscia bianca sul fianco, caratteristica data dalla lunga lievitazione.





INGREDIENTI per il lievitino:

150 gr di farina manitoba; 150 gr di farina 00;

25 gr di lievino di birra fresco e due bustine di lievito secco Mastro fornaio ( non a lievitazione istantanea );

un cucchiaino di zucchero semolato;

mezzo bicchiere di latte per sciogliere il lievito.

INGREDIENTI per i fatti fritti;

400 gr di farina manitoba; 400 gr di farina 00;

la buccia grattugiata di un arancia e di un limone non trattati;

un bicchierino di acquavite;

un bicchierino di Sambuca;

un pizzico di sale ; un pizzico di ammoniaca;

4 uova intere;

100 gr di strutto;

100 gr di zucchero semolato;

1/4 di latte intero.

Per friggere:

q.b. di olio di arachide;  q.b. di zucchero semolato.


PROCEDIMENTO:

Iniziate ad impastare  la sera prima il levitino: fate intiepidire il mezzo bicchiere di latte e scioglietevi il panetto di lievito sbriciolandolo con le mani.
Per impastare io mi avvalgo dell'aiuto di una planetaria, se non l'avete mettete su un piano di lavoro le farine a fontana e procedete come segue.
In una planetaria mettete le farine setacciate con le bustine di lievito in polvere, lo zucchero e date una mescolata. Aggiungete , sempre con il gancio in movimento, il latte con il lievito sciolto e continuate ad impastare  fino ad ottenere un panetto morbido e liscio.
Mettetelo a lievitare tutta la notte in frigorifero dentro una ciotola leggermente infarinata e coperta con della pellicola da cucina.
La mattina seguente,togliete il lievitino dal frigo almeno un'ora prima di preparare l'impasto per i fatti fritti.
Trascorso questo tempo iniziate ad impastare: In una planetaria aggiungete le farine, lo zucchero, lo strutto, le uova, la buccia grattugiata degli agrumi, il pizzico di ammoniaca, il bicchierino di Acquavite e di Sambuca ed iniziate ad impastare con il gancio.
Dopo qualche minuto, aggiungete il panetto di lievitino un pezzetto alla volta e continuate ad impastare ( se impastate a mano , dopo avere impastato bene, aggiungetelo intero al secondo impasto e continuate ad impastare ). Aggiungete a filo il latte ( potrebbe servirne anche meno della dose indicata ) e il pizzico di sale e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto "appiccicoso".
Raccogliete l'impasto dalla planetaria e formate una palla che metterete a lievitare dentro una capiente ciotola, leggermente infarinata e coperta con la pellicola, lontano da correnti d'aria. Dovrà lievitare fino al raddoppio del volume ( a me sono occorse 6 ore ).
Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l'impasto  e formate delle palline del diametro che preferite, formate un buco al centro o con le mani o con l'apposito attrezzino come ho fatto io

 e distanziandole su un piano di lavoro lasciatele lievitare almeno per due ore e mezza ( questa lunga lievitazione permette il formarsi della caratteristica striscia bianca ) coperte con una tovaglia e lontano da correnti d'aria.
Trascorso il tempo di lievitazione, portate l'olio a temperatura in una capace padella adatta alla frittura, oppure utilizzate la friggitrice come ho fatto io e friggete i fatti fritti 4 alla volta per non far abbassare la temperatura dell'olio. Scolatele su un foglio di carta assorbente e rotolateli ancora caldi nello zucchero semolato.






2 commenti: