lunedì 2 maggio 2016

MINI PESCHE ALLA CREMA


LA MIA MAMMA

2 Maggio 2016 ed eccoci alla nostra consueta uscita perla rubrica #litalianelpiatto dal tema " ricette della mamma" . Abbiamo deciso di preparare e postare una ricetta da dedicare alla mamma per la sua festa e io ho scelto uno dei suoi dolci preferiti, LE PESCHE ALLA CREMA ( qui in versione mini rispetto alle dimensioni originali ). Anche se tipiche della zona di Prato , quella che presento io  è una variante che si trova spesso nelle ricette sarde  e che vede utilizzare  al posto della pasta brioche, un impasto molto soffice e semplice fatto solo di uova, un pizzico di lievito, l'immancabile profumo della bacca di vaniglia e la  farina. Ingrediente principale che le caratterizza è un liquore molto particolare chiamato Alkermes.
Ma vediamo di capire dove e come nascono LE PESCHE...


Tipiche della tradizione pratese, le Pesche di Prato hanno rischiato di diventare solo un dolce ricordo se non fosse stato per il Maestro Pasticcere Paolo Sacchetti il quale non sapendo resistere a troppa morbidezza e seduzione,le ha  recuperate e magistralmente reinventate

Le radici di questo dolce sono lontane, si pensa abbiano fatto la loro comparsa nell'anno dell'Unità di Italia nella seconda metà dell’Ottocento – 1861 per l’esattezza.
Col tempo, alla pasta di pane lasciata indurire si è sostituito il pan brioche e alla ciliegina uno spicchio di arancia candita, ma le Pesche di Prato sono un dolce che resiste alle mode. E se oggi è ancora possibile perdersi nel loro profumatissimo e delizioso impasto, bisogna dire grazie a Paolo Sacchetti e alla sua pasticceria.


Croccante in superficie, grazie alla piacevole granulosità dello zucchero semolato, la Pesca di Prato è un tripudio di sapori e consistenze. 



INGREDIENTI per circa 15 mini pesche:

100 gr di farina ;

60 gr di zucchero semolato;

90 gr di albumi;

60 gr di tuorli;

2 gr di lievito in polvere per dolci;

una bacca di vaniglia;

un pizzico di sale;

per la crema pasticcera:

500 ml di latte intero;

5 tuorli;

120 gr di zucchero semolato;

40 gr di farina;

20 gr di fecola di patate;

la buccia di un limone.

e per finire...

q.b. di Alkermes;

q.b. di zucchero semolato;

q.b. di acqua;

q.b. di foglioline di menta.




PROCEDIMENTO:

La sera prima preparate la crema che dovrà essere ben fredda e soda.
In un tegamino mettete a bollire il latte con la buccia del limone ( state attenti a non prelevare anche la parte bianca sottostante la buccia in quanto risulta molto amara). Nel frattempo in un pentolino mettete i tuorli , aggiungete lo zucchero e montateli finchè non diventeranno bianchi e spumosi. Portate al minimo la velocità delle fruste e aggiungete la farina e la fecola setacciata continuando a frullare. Appena il latte raggiunge il bollore , aggiungetelo a filo sul composto di uova e zucchero continuando a frullare. Rimettete sul fuoco e mescolate con un cucchiaio d legno fino a quando la crema si sarà addensata. Travasatela dentro una ciotola o una teglia e ancora calda copritela con pellicola da cucina per evitare che sulla superficie si formi una fastidiosa crosticina. Fate raffreddare e ponete in frigorifero.
Dedicatevi ora alla preparazione delle pesche. In una ciotola montate  i tuorli con 30 gr di zucchero, incidete la stecca di vaniglia e con un coltellino prelevate tutta la parte interna ( i semi ) e aggiungetela al composto. In un'altra ciotola montate gli albumi con i restanti 30 gr di zucchero. 


Unite i due composti e con una spatola o un cucchiaio di legno, mescolate la farina setacciata con il lievito , con movimenti delicati dal basso verso l'alto per evitare di smontare il composto. 




Prelevate un cucchiaio di composto e versatelo all'interno di stami a forma di cupola, infornate inforno preriscaldato a 175° gradi per circa 10 minuti.



 Sfornate e lasciate raffreddare le semisfere su una gratella per evitare che si formi sotto l'umidità. 



In una ciotola preparate la bagna con l'Arkermes diluito con un pò di acqua ( la dose decidetela voi a seconda dei gusti ) . In un'altra ciotola invece preparate lo zucchero semolato.


Con un pennello in silicone spennellate la superficie delle pesche ( se decidete di immergerle sappiate che il tipo di impasto assorbe molto ) , schiacciate leggermente la parte interna di una mezza sfera e aggiungete un cucchiaino di crema. " Baciate " con l'altra mezza sfera e rotolatele nello zucchero. Decorate con una fogliolina di menta fresca.






Vediamo le ricette dei miei illustri colleghi, rappresentanti delle altre Regioni Italiane...

Ricette per la mamma (dolci o salate)
Lombardia: RÜSÜMADA http://www.kucinadikiara.it/2016/05/rusumada.html
Trentino Alto Adige.
Friuli Venezia Giulia.
Liguria: stracotto al Rossese http://arbanelladibasilico.blogspot.com/2016/05/litalia-nel-piatto-le-ricette-per-la.html
Emilia Romagna Strozzapreti con salsiccia e Sangiovese http://zibaldoneculinario.blogspot.com/2016/05/strozzapreti-con-salsiccia-e-sangiovese.html
Toscana Dolce Firenze http://acquacottaf.blogspot.com/2016/05/dolce-firenze.html
Marche.
Abruzzo. Delizia alla ricotta http://ilmondodibetty.it/delizia-alla-ricotta/

Campania. Torta caprese http://www.isaporidelmediterraneo.it/2016/05/torta-caprese-origini-e-storia.html
Puglia. Focaccia pugliese con lievito madre http://breakfastdadonaflor.blogspot.com/2016/05/cucina-pugliese-focaccia-pugliese-con.html
Calabria. Biscotti alle mandorle http://ilmondodirina.blogspot.com/2016/05/biscotti-alle-mandorle.html
Sardegna. Mini pesche alla crema http://dolcitentazionidautore.blogspot.com/2016/04/mini-pesche-alla-crema.html



3 commenti:

  1. E'da tantissimo tempo che non le preparo, salvo la tua versione che trovo più semplice. Bellissima la tua mamma e come sono belle e curate le foto di una volta!

    RispondiElimina
  2. Ma che bella la tua mamma, Daniela, avete lo stesso luminoso sorriso! E queste pesche sono una vera delizia, complimenti. Bacione a presto

    RispondiElimina
  3. Semplicemente fantastiche! Che perfezione e che eleganza!!!! Trasudano tutto l'amore che hai usato per farle!!! Complimenti, sono bellissime!

    RispondiElimina