venerdì 29 gennaio 2016

VENERE E LA ZUCCA A MEZZOGIORNO!



Il riso venere è una varietà di riso italiana che vede i suoi natali nella città di Vercelli nel 1997 e che nasce da una varietà di riso tipica della Pianura Padana e una varietà di riso asiatico nero. Viene coltivato in Italia solo in poche e selezionate zone agricole e del Piemonte ( nel Vercellese e nel Novarese  e in Sardegna ( nella provincia di Oristano ).

Il nome Venere, rimanda alla famosa Dea dell'amore appartenuta alla mitologia greca, dea della fertilità e della bellezza. Un nome  scelto non  a caso se si pensa che proprio in passato veniva considerato un riso proibito e dal magico potere afrodisiaco.
Un riso dall'aroma particolare che viene prodotto dalla Società SA.PI.SE ( Sardo Piemontese Sementi Sooc.Coop-Società Agricola ).

Il riso venere appartiene alla classe Japonica e la sua caratteristica principale è l'aspetto cromatico. I chicchi si presentano con un forma arrotondata dal colore ebano e questa particolare colorazione è dalla dalla presenza di molecole polifenoliche e dagli antociani , dal potere antiossidante e antitumorale. Altra sua caratteristica è il profumo che emana: aroma del pane appena sfornato.

E' un riso molto versatile in cucina che si presta alla preparazione di mille ricette. Personalmente lo preferisco con le verdure o con il pesce ( gamberi, tonno o calamari ) ma qui ve lo propongo con salsiccia croccante e semi di finocchio,servito una vellutata di zucca e chips di zucca fritta in agrodolce.


INGREDIENTI per 6 persone:

500 gr di Riso Venere;

800 gr di salsiccia di ottima qualità;

400 gr di zucca per la vellutata;

200 gr di zucca per le chips;

due mestoli di brodo vegetale;

una cipolla;

q.b. di semi di finocchio;

q.b. di olio extra vergine di oliva;

q.b. di sale;

due cucchiai di glassa di aceto balsamico.


PROCEDIMENTO:

Portate ad ebollizione dell'acqua in una capace pentola. Il riso venere necessita di una lunga cottura, almeno 20 minuti e non scuoce. Prendete una padella tipo wok , aggiungete un paio di cucchiai di olio evo, sbucciate, affettate la cipolla e fatela rosolare. Private la zucca della buccia e tagliatela a tocchi non troppo piccoli. Aggiungetela alla cipolla e fatela rosolare, unite il brodo e fate continuare la cottura ( circa dieci minuti ), la zucca deve risultare morbida.


Aggiustare di sale e frullatela fino a ridurla a realizzare una vellutata.


 Nel caso in cui dovesse risultare troppo liquida perchè avete aggiunto troppo brodo, rimettetela sul fuoco e fatela addensare. Prendete la salsiccia e privatela del budello. Rompetela con le mani e mettetela in una larga padella senza olio che avete fatto riscaldare per bene. Fatela rosolare molto bene e aiutandovi con un cucchiaio di legno riducetela a pezzettini.Aggiungete i semi di finocchi e lasciateli tostare leggermente. Spegnete e lasciate in caldo.














Sbucciate l'altro pezzo di zucca e affettatela non troppo sottilmente realizzando delle chips. In una padella mettete un paio di cucchiai di olio evo e friggetela. Salate a piacere e aggiungete la glassa di aceto balsamico.

Appena l'acqua raggiunge il bollore , salate e cuocete il riso. Scolatelo, aggiungetelo alla salsiccia e fate insaporire.

Preparate il piatto di servizio versando la vellutata a specchio sul fondo, aiutandovi con un coppapasta, mettete il riso al centro, pressatelo leggermente, aspettate qualche secondo e togliete il coppapasta. Decorate con qualche chips di zucca e servite molto caldo.




Nessun commento:

Posta un commento