martedì 15 dicembre 2015

PASTICCIOTTO D'AUTUNNO



Questa ricetta trova le sue origini già nel Rinascimento alla corte dei Duchi D'Este nella meravigliosa città di Ferrara. In origine la pasta era una frolla , oggi invece anche per renderla più leggera, si utilizza la pasta sfoglia salata. Questo piatto era una ricetta che spesso veniva servita in tavola nel periodo di carnevale, ma riesce a fare la sua bella figura anche sulle tavole imbandite a Natale. Io ho apportato solo alcune modifiche agli ingredienti: non ho usato il prosciutto crudo ma lo speck, non ho usato solo i porcini secchi ma un misto di funghi e al posto del pecorino ho usato il parmigiano.


INGREDIENTI:

due dischi di pasta sfoglia rotondi;

150 gr di speck in una sola fetta tagliato a piccoli bastoncini;

200 gr di polpa di salsiccia privata del budello;

200 gr di funghi secchi tra porcini e misti;

2 carote, due coste di sedano, una cipolla;

400 gr di besciamella con un pizzico di noce moscata;

150 gr di panna liquida;

q.b. di parmigiano grattugiato;

500 gr di pasta tipo sedanini rigati;

q.b. di sale e pepe;

q.b. di olio extra vergine di oliva;

un bicchierino di Brandy;

due foglie di alloro.




PROCEDIMENTO:


Ammollate i funghi secchi in acqua calda. Scaldate in una padella antiaderente tre cucchiai di olio evo. Aggiungete lo speck e fatelo rosolare. Toglietelo dalla padella con una schiumarola, lasciando il fondo di cottura. Private la salsiccia del budello e tagliatela in piccoli pezzetti. Fatela rosolare nel fondo di cottura dello speck per cinque minuti mescolando spesso. Nel frattempo lavate e riducete a dadini piccolissimi le carote, il sedano e la cipolla. Scolate i funghi e strizzateli, riduceteli a pezzettini. Togliete la salsiccia dalla padella anche questa con una schiumarola per lasciare il fondo di cottura a cui aggiungerete ancora due cucchiai di olio evo. Soffriggete i dadini di verdura, aggiungete i funghi e da ultimo la salsiccia e lo speck. Aggiungete le due foglie di alloro, sfumate con il Brandy  e cuocete per circa 15 minuti in modo da far evaporare l'alcol. Intanto mettete a bollire in una pentola dell'acqua che servirà per cuocere la pasta. Una volta che il ragù si è raffreddato aggiungete la panna, la besciamella, un paio di cucchiaiate di parmigiano grattugiato, aggiustate di sale e di pepe. Appena l'acqua raggiunge il bollore, salate e cuocetevi molto al dente la pasta. Scolatela e sciacquatela leggermente sotto l'acqua fredda per fermare la cottura. Aggiungetela al ragù e mescolate bene. Prendete il primo disco di pasta sfoglia e non privatelo della sua carta da forno. Adagiatelo dentro una teglia rotonda con stampo a cerniera di circa 26 cm in modo da formare un contenitore. Bucherellate il fondo con una forchetta e riempite con la pasta. richiudete i bordi verso la pasta e spennellate con un tuorlo sbattuto che farà da collante per il coperchio. Adagiatevi sopra il secondo disco di pasta sfoglia a formare un coperchio e realizzate a piacere delle decorazioni. Spennellate con il tuorlo dell'uovo e mettete in forno preriscaldato a 200° gradi per circa 30 minuti. La superficie dovrà risultare perfettamente dorata. Sformate e servite caldo.



2 commenti:

  1. Veramente un piatto che sta bene sulle tavole delle feste e per bellezza e per gusto.

    RispondiElimina
  2. Grazie cara Barbara. Provalo ti assicuro che è buonissimo.

    RispondiElimina