mercoledì 4 novembre 2015

ARROSTO CON FICHI MIELE E PROSCIUTTO



Questo arrosto che vi presento è il secondo ideale per un pranzo domenicale o per una cena tra amici con una variante sfiziosa rispetto ad un tradizionale arrosto. Il sapore dolce del miele e dei fichi si sposa magnificamente con il salto del prosciutto. Facile da preparare e praticamente si cuoce da se.



INGREDIENTI:

Una lombata da circa 800 gr in un unica fetta;

6 fette di prosciutto crudo;

6 fichi neri ;

q.b. di maggiorana;

q.b. di rosmarino;

q.b. di salvia;

Due coste di sedano;

due carote medie;

500 gr di brodo vegetale;

una cipolla rossa grande;

due cucchiai di miele;

q.b. di olio extra vergine di oliva;

q.b. di sale.


PROCEDIMENTO:

Lavate e pulite il sedano, le carote e la cipolla. Tagliate tutte le verdure a pezzettoni e tenetele da parte. Prendete la carne e mettetela su un tagliere, copritela con carta da forno e battetela con un batticarne per renderla sottile e tenera. Togliete il foglio di carta e adagiate sulla carne le fette di prosciutto crudo, lasciando circa un centimetro dai bordi.  Lavate i fichi e lasciando la buccia affettateli non troppo sottilmente e distribuiteli sulle fette di prosciutto. Spalmate sui fichi il miele con un cucchiaio. Iniziate ad arrotolare l'arrosto delicatamente per evitare ce il ripieno fuoriesca. A questo punto iniziate con lo spago da cucina a legare la carne. Passate lo spago prima sotto e poi sopra la carne, poi per il senso della lunghezza fermando bene i capi del filo all'estremità e lasciando una parte di spago leggermente più lunga. Per formare la gabbia prendete lo spago e create un' asola tenendo ferma la base stessa con le dita, infilate la mano nell'asola. Girate un paio di volte la corda quindi passate la carne nell'asola ottenuta. Fermate bene la base del cappio stringendo l'anello creato intorno alla carne e tirando leggermente lo spago verso l'alto per stringere il nodo. Completate la gabbia ripetendo questa operazione fino a terminare la legatura su tutta la lunghezza della carne. Infine fermate il tutto con un nodo all'estremità della carne.
Nella gabbia inserite i rametti del rosmarino, del timo e della maggiorana. Prendete un capiente tegame che possa contenere il vostro pezzo di carne, versate sul fondo abbondante olio evo, aggiungete l'arrosto e fatelo rosolare bene su tutti i lati aiutandovi con due cucchiai di legno per evitare di bucare la carne e di far uscire quindi tutti i suoi succhi. Una volta rosolata la carne, versate nel tegame le verdure tagliate a pezzettoni e regolate di sale. Versate il brodo vegetale e fate cuocere con il coperchio a fiamma bassa per circa un'ora e mezza, girando ogni tanto l'arrosto. Passato questo tempo spegnete il fuoco, prelevate l'arrosto dal tegame poggiatelo su una gratella. Versate il fondo di cottura in un mixer e frullatelo.
Otterrete una salsina densa e saporita che servirà da accompagnamento alla carne. Una volta che l'arrosto si sarà intiepidito, liberatelo dallo spago e  affettatelo. Accompagnatelo con la salsa e servite o tiepido o caldo. Ottimo accompagnamento il purè di patate






1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina